ACCEDI
login Ivrea

logo Ivrea

RICHIESTA CREMAZIONE DI SALMA

Responsabile

Guerriero Gilberto
COSA

La cremazione è un rito molto antico praticato in tutto il mondo, che da circa cinquant’anni viene sempre più richiesto anche in Italia.
Chi desidera essere cremato può:
1) lasciare una disposizione testamentaria, cioè un testamento pubblico, oppure un testamento olografo o segreto, che devono essere resi pubblici dal notaio al momento del decesso;
2) iscriversi ad una associazione cremazionista riconosciuta, che abbia fra i propri fini quello della cremazione del corpo dei propri associati;
3) esprimere verbalmente la propria volontà ai familiari;
4) iscriversi al Registro comunale delle cremazioni.
Nel rispetto della volontà del defunto, le ceneri risultanti dalla cremazione possono essere:

  • tumulate in celletta, tomba di famiglia o loculo;
  • inumate all’interno del cimitero;
  • affidate al familiare per la conservazione presso la sua abitazione;
  • disperse in natura.

La dispersione delle ceneri in natura è consentita:

  • in montagna e in aree naturali, alla distanza di almeno duecento metri da centri ed insediamenti abitativi;
  • in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa;
  • nei laghi, ad oltre cento metri dalla riva;
  • nei fiumi, nei tratti liberi da manufatti e da natanti.
CHI

In mancanza di testamento, di iscrizione ad associazioni per la cremazione o di iscrizione nel Registro Comunale delle Cremazioni, i familiari possono manifestare la volontà del defunto di essere cremato con una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, presentata all’Ufficiale di stato civile del comune dove è avvenuto il decesso.
Il coniuge è il primo dichiarante legittimo; in mancanza possono richiedere la cremazione i parenti più prossimi in linea retta e collaterale fino al sesto grado; occorre la maggioranza assoluta di tutti i parenti dello stesso grado (es.: tutti i figli), mentre sono esclusi gli affini, cioè i parenti del marito/moglie del defunto.

COME

Per richiedere la cremazione occorre presentare una domanda in carta libera all’Ufficio di stato civile, allegando fotocopia del documento di riconoscimento di tutti i firmatari.
L’istanza per l’affidamento personale delle ceneri o per la dispersione è in bollo, come le relative autorizzazioni rilasciate dal Responsabile dei servizi demografici.

QUANDO

Si può trasportare e cremare la salma trascorse 24 ore dal decesso; le relative autorizzazioni vengono rilasciate dal Responsabile dello stato civile del Comune dove è avvenuto il decesso, dopo aver ricevuto l’avviso o la denuncia di morte.

COSTI

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI 2023                  
  2 marche da bollo da € 16
Il pagamento della bolletta può farsi presso tesoreria comunale o mediante  versamento su c/c bancario o c/c postale .
Presentare in ufficio la relativa ricevuta oppure inviarla via fax al numero 0125 410297.

NORME

Deliberazione della Giunta Comunale 53 del 23/2/2023 "RICOGNIZIONE DELLE TARIFFE E DEI PREZZI PER LA FRUIZIONE DI BENI E SERVIZI PUBBLICI PER L’ANNO 2023" e relativo ALLEGATO CON TARIFFE.

DPR 10 settembre 1990, n. 285 articolo 79
Legge 30 marzo 2001 n. 30
Legge della Regione Piemonte 31 ottobre 2007 n. 20  
Regolamento locale di polizia mortuaria della Città di Ivrea, articoli da 79 a 92

Città di IVREA. Stampa del 07 giu 2023